Dimagrire e restare in forma

29 maggio 2016 | Pubblicato in: diario |
cruditè-inst:hud

Il passaggio dalla primavera all’estate è velocissimo, ahimè, e non abbiamo molto tempo per la prova costume.

In tanti prendono una scorciatoia e, per smaltire rapidamente i chili in eccesso, riducono drasticamente l’apporto nutrizionale. Ovvero, saltano i pasti e diminuiscono le porzioni. Non sapendo però che mangiando poco, troppo poco, il metabolismo rallenta e non si dimagrisce.

O meglio, il peso scende, in quanto conseguenza della destrutturazione della massa magra e dell’eliminazione dei liquidi, ma non corrisponde alla perdita della massa grassa. Perché l’organismo, quando non ha sufficienti nutrienti da utilizzare come energia per le sue funzioni, attinge e consuma le risorse proteiche dei muscoli.

Facciamo un passo indietro.

Il metabolismo è un processo caratterizzato, sommariamente, da due fasi: catabolismo e anabolismo, mediante i quali i nutrienti vengono trasformati in energia indispensabile a tutte le funzioni organiche.

Grazie a una sana e corretta alimentazione, accelerando il processo di utilizzazione dei nutrienti, l’organismo brucia, consuma e si dimagrisce!

Se invece l’alimentazione è scarsa e i nutrienti da trasformare sono insufficienti, il metabolismo rallenta e l’organismo non consuma e non brucia come dovrebbe. E soprattutto, se il corpo non ha materiale da utilizzare, se lo prende da se stesso, prima di tutto dai muscoli, appunto.

Servono carboidrati, proteine, grassi, sali minerali e le vitamine. Sono sostanze diverse, ma parte di un sistema complesso in cui ognuna di esse è funzionale all’altra; l’assenza di una sola di queste sostanze può mettere in crisi l’intero sistema.

Non è necessario privarsi di quegli alimenti considerati troppo calorici, ma sceglierli e associarli in modo da non rallentare il metabolismo e favorire il dimagrimento.

Spesso, pensando di fare bene, commettiamo alcuni errori che non ci aiutano a restare in forma. Come le sfiziose insalate miste, in cui la combinazione di certi alimenti può interferire con il dimagrimento. I pomodori nell’insalata, per esempio, tendono a provocare ritenzione idrica e gonfiore, perché i sali minerali di cui sono ricchi fanno trattenere l’acqua della verdura cruda a cui sono associati. Un esempio questo tra tanti…

 




SCRIVI IL TUO COMMENTO:

Headline

RICETTE PER RESTARE IN FORMA

risoaicarciofi-inst:val Riso ai carciofi: sapore inconfondibile
zenzero-inst:lud Tisana di zenzero: energizzante, tonificante, digestiva
aranciacondita-inst:val Arancia condita: un modo diverso di mangiare l’arancia
crostataintegrale Crostata (integrale) con marmellata di frutta
fruttadrink_inst:hud “Gatorade” di frutta fresca
risoerbe-inst:val- Riso alle erbe: ricetta delicata agli aromi naturali
calamarifritti-inst:val Pesce fritto: la ricetta che piace a tutti
riso-zafferano-inst:val Riso allo zafferano: tanti nutrienti in un solo piatto
pesto-inst:val Pesto: variante per chi non sopporta l’aglio
pesceinpadella-inst:val Pesce in padella: ricetta semplice e veloce

 

RIMEDI NATURALI

acetoacquasale-inst:val Acqua e limone, aceto e sale risolvono il mal di gola
limonefette-inst:val Limone contro il singhiozzo
patatecrude-inst:val Patata cruda per le palbebre gonfie
acetovinobianco_inst:lud Aceto di vino bianco, multiuso
olioelimone Emulsione di limone e olio extravergine d’oliva, condimento di bellezza
%22zampirone%22 greco-inst:hud “Zampirone” greco
rosmarino_inst:hi Rimedi all’acido lattico e crampi
paneburrosalmone-inst:hud Pane, burro e salmone per la memoria
frullato-banana-limone-acqua Frullato di banana, limone e acqua prima dell’attività sportiva
arancia-limone-pompelmo-ist:val Arancia, limone, pompelmo vs raffreddore